2019, il nostro programma per Prato

Sostieni PD Prato

Devolvi il tuo 2×1000 al PD Prato inserendo il codice M20 nella tua dichiarazione dei redditi.

Sostienici

Iscriviti al nostro canale Telegram

Come sapete questa Domenica 26 Maggio in tutta Italia si è votato per le elezioni Europee e, in contemporanea, i cittadini si sono espressi per il rinnovo di tantissime Amministrazioni comunali, tra cui cinque su sette all’interno della nostra provincia.Alle Europee come Partito democratico provinciale abbiamo ottenuto un buon risultato:

Come sapete questa Domenica 26 Maggio in tutta Italia si è votato per le elezioni Europee e, in contemporanea, i cittadini si sono espressi per il rinnovo di tantissime Amministrazioni comunali, tra cui cinque su sette all’interno della nostra provincia.Alle Europee come Partito democratico provinciale abbiamo ottenuto un buon risultato: il 32,46% dei voti, due punti in più rispetto al dato delle politiche. E’ la dimostrazione che il nostro è un partito forte e radicato nel paese, unico vero punto

Segui @pdprato su Twitter.

Iscriviti alla nostra newsletter

Il Comune di Prato verso il plastic-free: i dettagli della proposta lanciata dal Partito Democratico e sottoscritta da tutta la maggioranza

“È davvero significativo che la prima mozione sottoscritta dalla maggioranza in consiglio comunale parli in modo concreto di salvaguardia dell’ambiente” queste le parole del consigliere comunale del Partito Democratico Marco Biagioni, promotore della mozione che propone di rendere plastic-free tutti gli uffici e i servizi comunali, in seguito all’approvazione all’unanimità di giovedì 11 luglio. “La proposta di mandare in pensione la plastica monouso deriva da una vera e propria emergenza ambientale: basta pensare che – secondo il CNR – solamente nel mar Tirreno si trovano circa 10 chilogrammi di plastica ogni chilometro quadrato e che la metà di questi rifiuti derivano da prodotti in plastica monouso come ad esempio piatti, bicchieri e forchette”.

Scontro Polizia-Si Cobas, il Pd chiede un incontro al Prefetto. Il segretario: “Vogliamo capire quali azioni saranno intraprese per evitare situazioni del genere”

Il Partito Democratico, attraverso le parole del segretario Gabriele Bosi, chiede al Prefetto un incontro chiarificatore su quanto accaduto nella notte tra il 7 e l’8 luglio fuori dall’azienda “Panificio Toscano” e su quali sono le misure pensate per far fronte a situazioni del genere. “Manifestazioni, scioperi, presidi sindacali devono avvenire nelle regole e senza nessuna forma di violenza gratuita – dichiara Gabriele Bosi –  A nome del Partito Democratico, intendo chiedere al Prefetto un incontro per far chiarezza e per confrontarci su una situazione che ultimamente torna a ripetersi pericolosamente. Vogliamo capire quali azioni saranno intraprese per fare in modo che episodi del genere non si verifichino più”.

Sfruttamento lavorativo: i gruppi di maggioranza chiedono al Governo un impegno concreto e lo fanno con un’apposita interrogazione in Consiglio comunale

I gruppi di maggioranza in consiglio comunale hanno presentato un’interrogazione per discutere di come l’Amministrazione comunale dovrebbe muoversi per contrastare al meglio il fenomeno dello sfruttamento lavorativo nel distretto pratese. Tra le richieste che si leggono nel testo dell’interrogazione c’è quella “di esortare il Governo a rispondere alla richiesta di incontro delle parti sociali, studiando una strategia che consenta l’applicazione della legge sullo sfruttamento lavorativo” e quella di favorire la presenza a Prato “di un adeguato numero di ispettori INPS, ITL e Inail”.

Artestampa, Guerrini (PD) presenta un’interrogazione al sindaco: “Necessario capire i prossimi passi e condividerli con i cittadini interessati”

In seguito ai controlli effettuati da Arpat a Viaccia – controlli che hanno accertato i motivi del cattivo odore e delle emissioni attribuite all’azienda Artestampa – anche la consigliera del Partito Democratico Martina Guerrini interviene in merito presentando un’interrogazione indirizzata al sindaco Biffoni. L’intento dell’interrogazione è quello di capire quali saranno i provvedimenti del Comune al riguardo. In particolare “si chiede di poter avviare un tavolo con i cittadini in modo da coinvolgerli nelle fasi di risoluzione delle problematiche connesse alle emissioni”. “Sarebbe inoltre opportuno – suggerisce Guerrini – istituire un tavolo inter-istituzionale per invitare tutte le autorità interessate (ARPAT, Azienda USL, Regione e Comune stesso) al fine di risolvere la situazione”. “Questo tipo di organizzazione consentirebbe di identificare le varie competenze in maniera chiara e incontrovertibile evitando lungaggini burocratiche” aggiunge la consigliera. Guerrini conclude chiedendo al sindaco se si possano “installare delle centraline di rilevamento della qualità dell’aria, così come previsto dalla normativa comunitaria e da quella statale”.

Il Comune di Prato verso il plastic-free: i dettagli della proposta lanciata dal Partito Democratico e sottoscritta da tutta la maggioranza

“È davvero significativo che la prima mozione sottoscritta dalla maggioranza in consiglio comunale parli in modo concreto di salvaguardia dell’ambiente” queste le parole del consigliere comunale del Partito Democratico Marco Biagioni, promotore della mozione che propone di rendere plastic-free tutti gli uffici e i servizi comunali, in seguito all’approvazione all’unanimità di giovedì 11 luglio. “La proposta di mandare in pensione la plastica monouso deriva da una vera e propria emergenza ambientale: basta pensare che – secondo il CNR – solamente nel mar Tirreno si trovano circa 10 chilogrammi di plastica ogni chilometro quadrato e che la metà di questi rifiuti derivano da prodotti in plastica monouso come ad esempio piatti, bicchieri e forchette”.

Nessun Evento nella Lista a quest'ora